Regione Autonoma della Sardegna
Partner finanziamenti Sportello Appalti

Domande e risposte

Qual è la disciplina del contratto aperto?

Il contratto aperto viene definito dall’articolo 154, comma 2, del d.P.R. 554/1999 e s.m., come il contratto che si riferisce ad un determinato arco di tempo e che prevede, come oggetto, l’esecuzione di lavorazioni che sono singolarmente definite nel loro contenuto prestazionale ed esecutivo ma non nel loro numero. La quantità delle prestazioni da eseguire dipende dalle necessita’ che verranno in evidenza nell’arco di tempo previsto contrattualmente (AVCP Parere 22/06/2011; AVCP Determinazione n.13/2004).

In sostanza l’appaltatore si impegna a mettere a disposizione la propria organizzazione per tutto il tempo contrattuale previsto, senza poter pretendere, tuttavia, che l’amministrazione gli assegni un quantitativo di lavori pari al prezzo di aggiudicazione. La stazione appaltante, infatti, in base al contratto aperto, dovrà ordinare soltanto quei lavori che risulterà necessario eseguire, i quali potranno essere di importo superiore, ma anche inferiore, rispetto a quello complessivo previsto in contratto.

w

Hai bisogno di una consulenza
MePA e CAT,
oppure sui Master MAAP?

Parla con un esperto
+39 392 3160799

 

 Vuoi maggiori informazioni sui servizi dello Sportello?

Chiamaci dal lunedì al venerdì
dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17

+39 3474440146

 L'esperto risponde

Scopri il servizio personalizzato rivolto alle imprese e alla PA in materia di acquisti nella Pubblica Amministrazione

Share This

Condividi sui social

Condividi questo contenuto con i tuoi amici!