Regione Autonoma della Sardegna
Partner finanziamenti Sportello Appalti

Secondo un parere del MIT Dal 1° gennaio 2024 necessario il ricorso al MEPA anche per affidamenti sotto i 5mila euro

Home 9 Agenda 9 Notizie 9 Secondo un parere del MIT Dal 1° gennaio 2024 necessario il ricorso al MEPA anche per affidamenti sotto i 5mila euro

Con il parere del 27 luglio 2023, n. 2196 il Supporto Giuridico del Servizio Contratti Pubblici del MIT ha confermato l’obbligatorietà di utilizzo dei sistemi di negoziazione elettronici come MEPA o equivalenti regionali anche per affidamenti di importo inferiore ai 5.000 Euro.

Nel parere il MIT richiama l’Allegato 1 al nuovo Codice dei Contratti Pubblici nel quale è specificato che sono da ritenersi strumenti telematici ammessi: strumenti di negoziazione, ovvero strumenti di acquisizione che richiedono apertura del confronto competitivo, oppure strumenti di acquisto, ovvero strumenti di acquisizione che non richiedono apertura del confronto competitivo. Restituisce quindi parere negativo rispetto alla prima parte del quesito posto da una stazione appaltante sul fatto che la PEC si possa annoverare tra gli strumenti telematici. Il Ministero precisa inoltre che all’art. 25 del nuovo codice dei contratti è stato previsto l’obbligo dell’utilizzo delle piattaforme di approvvigionamento digitale per svolgere tutte la procedure di affidamento ed esecuzione dei contratti pubblici, quindi da parere negativo anche sulla seconda parte del quesito che specificava che l’importo dell’affidamento fosse inferiore ai 5.000 Euro.

w

Hai bisogno di una consulenza
MePA e CAT,
o chiedere info sul Servizio Esperto risponde?

Parla con un esperto
+39 392 3160799

 

 L'Esperto risponde

Scopri il servizio personalizzato rivolto alle imprese e alla PA in materia di acquisti nella Pubblica Amministrazione

Share This

Condividi sui social

Condividi questo contenuto con i tuoi amici!